FINANZA AGEVOLATA D’IMPRESA – SINTESI ALCUNI BANDI

Condividi:

A partire dal mese di Settembre, sono molteplici le novità di finanziamento riservate alle imprese del Sud Italia.
La Regione Puglia, nell’ambito della nuova programmazione, ha pubblicato diversi avvisi finalizzati al sostegno alle imprese in molteplici settori. Inoltre in ambito nazionale sono attivi vari strumenti agevolativi finalizzati a finanziare progettualità valide.
Di seguito vi forniamo una sintetica panoramica di alcuni dei più significativi Avvisi e Bandi pubblici invitandovi a visitare il nostro sito al fine di ottenere informazioni più dettagliate.
Inoltre, lo studio Piccolo&Cafagna è sempre a vostra disposizione per verificare le vostre idee ed accompagnarvi nella realizzazione anche con il sostegno di finanza pubblica.

NUOVO AVVISI:
Titolo VI Fondo Efficientamento Energetico – REGIONE PUGLIA
Bando riservato a PMI ubicate nel territorio della Regione Puglia E’ una misura volta a finanziare programmi di investimento finalizzati a realizzare una iniziativa di efficientamento energetico in unità produttiva. I progetti di investimento ammissibili devono prevedere una spesa non inferiore a Euro 80.000,00 per unità locale e conseguire un risparmio di energia1 pari ad almeno il 10% dell’unità locale oggetto di investimento.

Sono ammissibili interventi di:
a) efficienza energetica;
b) cogenerazione ad alto rendimento;
c) produzione di energia da fonti rinnovabili.
Le spese ammissibili riguardano:
a) l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, comprensivi delle spese in opere murarie e assimilate strettamente connesse ed indispensabili per consentire l’installazione degli impianti e dei macchinari;
b) le spese di progettazione ingegneristica e di direzione lavori ammissibili nel limite del 5% dell’investimento ammissibile;
c) le spese per la redazione della diagnosi energetica ex ante e della relazione finale dei risultati conseguiti nei limiti dell’1,5% degli investimenti ammissibili e nel limite complessivo massimo di € 10.000,00.
d) interventi sugli involucri edilizi.
L’erogazione del finanziamento avviene:
– 30% mutuo a carico del Fondo Efficientamento Energetico Mutui;
– 40% Sovvenzione diretta;
– 30% mutuo a carico della banca finanziatrice.
L’impresa richiede un finanziamento bancario che deve coprire il 60% dell’investimento. Il periodo di durata del mutuo non potrà essere superiore a 6 anni di ammortamento più due anni di preammortamento.
Il bando è a sportello. Le domande possono essere presentate a partire dal 19 settembre 2017.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/titolo-vi-aiuti-per-la-tutela-dellambiente-2/

TECNONIDI – REGIONE PUGLIA: Con particolare riferimento alle PMI l’avviso promuove tutte le forme di innovazione, con un interesse specifico per le piccole imprese pugliesi dotate del potenziale di crescita suscettibile di internazionalizzazione sul mercato unico e oltre.
I soggetti beneficiari del Fondo Tecnonidi sono le piccole imprese costituite in forma di società di capitali iscritte da non più di 5 anni al Registro delle Imprese.
Il progetto di investimento deve avere per oggetto la valorizzazione economica di nuove soluzioni produttive/di servizi risultanti da conoscenze acquisite e da attività di ricerca e sviluppo svolte nell’ambito del sistema della ricerca pubblica e privata. L’importo complessivo del progetto imprenditoriale dovrà essere compreso tra 50.000,00 e 350.000,00 Euro, di cui massimo 250.000,00 euro destinati ai costi di investimento e massimo 100.000,00 euro destinati ai costi di funzionamento.
E’ possibile presentare domande a partire dal 19 settembre 2017.
Per maggiori informazioni:   http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/tecnonidi-agevolazione-per-piccole-imprese-innovative/

MAGGIORI AVVISI OPERATIVI:

TITOLO II CAPO III – REGIONE PUGLIA: supporto finanziario della Regione a progetti di nuovi insediamenti, ampliamenti, ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali con contributo in c/interessi e a fondo perduto.
I beneficiari sono P.M.I. produttive, commerciali e di servizi.
Spese ammissibili: acquisto immobili, opere murarie ed assimilate, macchinari, impianti ed attrezzature nuove di fabbrica, hardware e software, investimenti in misure di prevenzione del rischio, spese di progettazione e direzione. Il limite minimo per l’investimento è di euro 30.000.
Per maggiori informazioni:   http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/aiuti-agli-investimenti-delle-pmi/

TITOLO II TURISMO CAPO VI – REGIONE PUGLIA: supporto finanziario della Regione a progetti di nuovi insediamenti, ampliamenti, ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali delle PMI turistico – alberghiere con contributo in c/interessi e a fondo perduto.
Spese ammissibili: acquisto immobili, opere murarie ed assimilate, macchinari, impianti ed attrezzature nuove di fabbrica, hardware e software, investimenti in misure di prevenzione del rischio, spese di progettazione e direzione. Il limite minimo per l’investimento è di euro 30.000.
Per maggiori informazioni:  http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/bando-incentivi-turismo/

P.I.A. PICCOLE IMPRESE – Programmi di Agevolazioni Integrati – REGIONE PUGLIA:
Con il PIA si possono realizzare investimenti in unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della Regione Puglia e riguardanti:

  • la realizzazione di nuove unità produttive;
  • l’ampliamento di unità produttive esistenti;
  • la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente;
  • un cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un’unità produttiva esistente.

Possono richiedere le agevolazioni le imprese di piccola dimensione in regime di contabilità ordinaria, che abbiano:

  1. approvato almeno tre bilanci alla data di presentazione della domanda;
  2. registrato nei tre esercizi precedenti un fatturato medio non inferiore a 1,5 milioni di euro;
  3. registrato, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, un numero di ULA almeno pari a 10.

Sono ammissibili gli investimenti riguardanti il settore delle attività manifatturiere di cui alla sezione “C” della “Classificazione delle Attività economiche ATECO 2007”, ed anche altri ambiti settoriali riguardanti servizi e recupero rifiuti.
I progetti integrati possono avere investimenti di importo variabile tra 1 Mln. e 20 Mln. di euro.
Per progetto integrato si intende un’iniziativa imprenditoriale finalizzata alla produzione di beni e/o servizi per la cui realizzazione sono previsti investimenti in attivi materiali, che devono essere obbligatoriamente integrati con investimenti in ricerca e sviluppo e/o con investimenti in innovazione tecnologica dei processi e dell’organizzazione. Inoltre, il progetto può essere integrato con investimenti per l’acquisizione di servizi.
Per maggiori informazioni:  http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/p-i-a-piccole-imprese-regione-puglia/

CREDITO DI IMPOSTA INVESTIMENTI AL SUD: 
Sono agevolabili gli investimenti facenti parte di un progetto di investimento iniziale relativi all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti ed attrezzature, destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nei territori agevolabili. Non sono agevolabili gli investimenti di “mera sostituzione”. I beni di investimento devono caratterizzarsi dalla “strumentalità” rispetto alla attività esercitata dall’impresa beneficiaria del credito di imposta.
L’agevolazione consiste in un credito di imposta riconosciuta nella seguente misura massima:

  • 45% per le piccole imprese
  • 35% per le medie imprese
  • 25% per le grandi imprese.

Il Credito di imposta è cumulabile con Super ed Iper ammortamento.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/credito-di-imposta-investimenti-al-sud/

SOSTEGNO ALLE START UP:
sono attualmente attive due misure valide una a livello regionale NIDI (Nuove iniziative d’impresa) e diverse gestite a livello nazionale da Invitalia (Resto al sud, Smart&start, Nuove imprese a tasso zero, Cultura Crea).

NIDI – REGIONE PUGLIA: avviso finalizzato al supporto di nuove iniziative di impresa per giovani residenti nei comuni della Regione Puglia. Mediante la concessione di finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato nella misura del 50% del totale delle spese ammissibili, offre la possibilità di avviare imprese nei settori della produzione, servizi, studi professionali, consulenza e sport. L’avviso è a sportello ed è attivo fino ad esaurimento fondi.
Per maggiori informazioni:  http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/nidi-nuove-iniziative-dimpresa-della-regione-puglia-2/

RESTO AL SUD: destinato ad imprenditori under 35, è una misura che finanzia la formazione di imprese nei settori della produzione di beni nei  settori  dell’artigianato  e  dell’industria,ov vero  relativi  alla  fornitura  di  servizi.  Sono   escluse   dal finanziamento le attivita’ libero professionali e  del  commercio  ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività’ di impresa. E’ una misura che riguarda i giovani residenti nelle regioni: Abruzzo,  Basilicata,  Calabria, Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia. Il finanziamento viene erogato per il 35% come  contributo  a  fondo  perduto, per il 65% sotto forma di prestito a tasso zero.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/resto-al-sud-finanziamenti-per-start-up/

SMART&START: Avviso a sportello che sostiene la nascita e la crescita di startup innovative in tutta italia. Finanzia progetti per un importo compreso tra 1000 mila e 1,5 milioni di euro, somme destinate alla copertura di spese di investimento e di gestione. Il finanziamento è destinato a startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi; team di persone fisiche di nazionalità italiana o estera che intendono avviare una start up innovativa.
Per maggiori informazioni:  http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/nuovo-smartstart-italia/

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO è un incentivo, a sportello, finalizzato al finanziamento di progetti di start up per giovani (fino a 35 anni) e donne. Le agevolazioni sono valide su tutto il territorio nazionale. L’avviso finanzia progetti fino ad un massimo di 1.5 milioni di euro coprendo il 75% del totale delle spese ammissibili. È possibile richiedere finanziamenti per avviare imprese nei settori: produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli; fornitura di servizi alle imprese e alla persona, commercio di beni e servizi; turismo, filiera turistico- culturale, innovazione sociale.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/nuove-imprese-a-tasso-zero-2/

CULTURA CREA è un avviso a sportello che permette la nascita e la crescita di aziende nei settori dell’industria culturale, creativa, turistica e no profit. È destinata ai territori delle regioni Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Sicilia. A seconda delle azioni (start up, crescita e no profit) sono previsti dei contributi con percentuali variabili di finanziamento a tasso zero e fondo perduto. I progetti possono avere importo massimo di 400 mila euro.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/cultura-crea-il-bando-per-il-turismo-e-il-terzo-settore/

CONTRIBUTI PER LA FORMAZIONE CONTINUA:
Con L’Avviso 4/2016 la Regione Puglia intende continuare a sostiene la Formazione Continua degli occupati nelle aziende pugliesi. L’Avviso fornisce contributi finanziari alle imprese per sostenere lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale delle lavoratrici, dei lavoratori e degli imprenditori.
Le tipologie di formazione ammissibili sono:

  • Tipologia a) piani formativi di aggiornamento delle competenze professionali;
  • Tipologia b) piani formativi di riqualificazione dei lavoratori delle imprese a seguito di mutamenti di mansioni;
  • Tipologia c) piani formativi di aggiornamento e/o di riqualificazione dei lavoratori delle imprese a seguito di nuovi investimenti e/o nuovi insediamenti produttivi e/o programmi di riconversione produttiva, avviati non prima di due esercizi sociali antecedenti la presentazione della candidatura e non oltre la data di presentazione del piano formativo.

Ciascuna azione formativa deve prevedere un minimo di  5 unità e un massimo di  18 unità da porre in formazione. E’ ammissibile il ricorso alla modalità di FAD sincrona nel limite massimo del 40% del monte ore previsto per ciascuna azione formativa. Il bando prevede una quota di cofinanziamento di ciascuna impresa  che deve essere garantita mediante la rendicontazione, a costo reale, del costo lordo sostenuto dall’impresa stessa per la retribuzione del personale effettivamente occupato in formazione.
Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/formazione-continua-degli-occupati-nelle-aziende-pugliesi/

CONTRIBUTI PER LE MPMI ISCRITTE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI BARI:
La Camera di commercio di Bari, al fine di assumere un ruolo attivo nella promozione delle attività di alternanza scuola lavoro avvicinando le imprese ai percorsi scolastici di alternanza, offre la possibilità alle MPMI iscritte alla Camera di Commercio di Bari, di usufruire di voucher per l’erogazione di corsi di alternanza scuola lavoro. Per poter accedere a tale contributo, è necessario che le imprese siano iscritte al registro di alternanza. L’iscrizione al registro per l’alternanza scuola-lavoro è gratuita ed è aperta a tutte le imprese iscritte al registro delle imprese: società di capitali, società di persone, imprese individuali e altre forme, agli enti pubblici e privati ed ai professionisti.
I voucher sono così suddivisi:
€ 400,00 per l’organizzazione da 1 a 2 percorsi individuali di alternanza scuola-lavoro;
€ 600,00 per l’organizzazione da 3 a 4 percorsi di alternanza scuola-lavoro;
€ 800,00 per l’organizzazione di 5 o più percorsi individuali di alternanza scuola-lavoro;
Nel caso di inserimento in azienda di studenti diversamente abili, verrà riconosciuto un ulteriore importo di € 150,00 pro-capite
E’ possibile fare domanda entro il 31-12-2017

Per maggiori informazioni: http://piccolocafagnaassociati.it/finanza-agevolata/1500/

Per informazioni, supporto e un primo incontro conoscitivo è possibile contattare il dottor Roberto Piccolo c/o studio associato Piccolo&Cafagna, viale Marconi 8 – Barletta. Mail: [email protected] TEL./FAX 0883 333228.

Per restare sempre aggiornati sulle novità in materia di agevolazioni vi consigliamo di seguire la nostra pagina Fb https://www.facebook.com/piccolocafagnaassociati/ e il sito http://piccolocafagnaassociati.it/

 

Condividi:

Be the first to comment on "FINANZA AGEVOLATA D’IMPRESA – SINTESI ALCUNI BANDI"

Leave a comment

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Informazioni

POLITICA DI UTILIZZO DEI COOKIES


Un cookie è un file che viene scaricato sul tuo computer quando consulti alcuni siti Web. I cookies permettono ai siti Web di conservare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione dell'utente su un sito o sul dispositivo utilizzato, e in base a queste informazioni, di riconoscerlo. Tuttavia, i dati ottenuti sono protetti. Riguardano soltanto il numero delle pagine visitate, la città in cui è localizzato l'IP della connessione al sito Web, la frequenza e la ricorrenza delle visite, la durata delle visite, il browser utilizzato, l'ISP o il tipo di terminale da cui è partita l'operazione. Dati come nome, cognome o indirizzo postale della connessione non vengono raccolti. I cookies utilizzati su questo sito Web e i loro utilizzo sono:

SESSIONID : scade al termine della sessione. Questo cookie permette di seguire la navigazione dell'utente durante la sessione, di conservare le informazioni inserite dall'utente nei campi che lo prevedono, e di assicurare la qualità e la sicurezza della navigazione sulle pagine del sito.
_pk_XXXX.XXXX : scade dopo 30 minuti. Questo cookie permette di ottenere dati sull'utilizzo delle nostre pagine Web a fini statistici.
CDN : scade dopo 3600 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
Slb : scade dopo 30 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
VisitorEntrance : scade al termine della sessione. Questo cookie determina l'origine geografica dell'utente, attraverso l'indirizzo IP di connessione.
cookieAccepted : scade dopo 365 giorni. Questo cookie permette di mascherare le informazioni sull'utilizzo dei cookies del sito e viene utilizzato solo se l'utente ne accetta l'utilizzo.
Puoi autorizzare, bloccare o eliminare i cookies installati sul tuo computer modificando le opzioni del tuo browser. Per i browser più popolari trovi qui i link:

Internet Explorer
Mozilla Firefox
Google Chrome
Apple Safari

Ti informiamo che la disattivazione di un cookie potrebbe impedire o rendere difficoltosa la navigazione o le prestazioni dei servizi proposti sul nostro sito.

Chiudi